RAF Roundels: le insegne della Royal Air Force

di Alessandro Orseniga
598 visite
Una guida alla scoperta delle insegne della Royal Air Force: i RAF roundels.

Per appassionati e non, le coccarde bianche rosse e blu che si stagliano in cielo sulle ali di un aereo sono il simbolo inconfondibile della Royal Air Force. Tuttavia, se osservate più attentamente, vi accorgerete che non sono tutte uguali: ne esistono di varie colorazioni, dimensioni e scopi. Se siete curiosi di saperne di più, non esitate a leggere questo articolo, per scoprire tutti i dettagli dei RAF Roundels!

In questo articolo si analizzeranno le varie insegne adottate dalla RAF durante il secondo conflitto mondiale. L’autore ha deciso di tenere un atteggiamento prettamente filologico, basandosi sulle direttive originali promulgate dall’Air Ministry. Ovviamente, una volta osservate le indicazioni stabilite da tali documenti, si procederà a fare un confronto con fonti fotografiche, in modo da dare una visione il più possibile realistica delle insegne.

Lista dei RAF roundels

Per coloro che si accingessero per la prima volta ad approfondire l’argomento, le “coccarde” che spiccano sui velivoli della Royal Air Force sono chiamate in inglese roundels. Durante la storia dell’aeronautica militare del Regno Unito se ne sono succedute di varie fogge, colori e dimensioni. In questo articolo saranno approfonditi quelli impiegati nello specifico durante la Seconda Guerra Mondiale. Tuttavia, per fornire una visione di insieme, la seguente tabella illustra tutti i roundels adottati fino ad ora.

Type AType AType A
Type A.1Type A.2Type B
Type B.1Type CType C.1
South East Asia
Command
(SEAC)
South East Asia
Command
(SEAC)
Royal Australian
Air Force
(RAAF)
Type DType D "faded"Low visibility
Low visibilityLow visibility

Ora che sono state illustrate le varie configurazioni di roundels esistenti, è possibile osservare più nel dettaglio cosa era previsto dalle varie direttive in uso durante il Secondo Conflitto Mondiale. Per ogni direttiva è illustrata una tabella che riassume visivamente le indicazioni riportate riguardanti le insegne.

AMO A.154/39 (27/4/1939)

Sui fianchi della fusoliera
e sulle punte delle superfici
alari superiori
Sulle punte delle superfici
alari inferiori
Insegna
Type B

Type A

Oltre alle informazioni riportate in tabella, questa direttiva prescrive ulteriori indicazioni per quanto riguarda i caccia monomotore. Nello specifico, i roundels Type A, altrimenti presenti sulle superfici alari inferiori, non dovevano essere applicati. Al contrario, come ulteriore sistema di riconoscimento, era prevista la verniciatura della superficie alare inferiore destra in bianco, mentre la sinistra in nero. Questa particolare verniciatura si estendeva lungo tutta la fusoliera e i piani di coda. I colori previsti erano il Night e lo White.

Hawker Hurricane Mk.1 con roundels Type B

Questa fotografia (colorizzata) di un Hawker Hurricane Mk.I codificato OP-R (L1940) appartenente al No. 3 Squadron di RAF Kenley mostra un chiaro esempio delle insegne prescritte dall’AMO A.154/39. Si distinguono i roundels Type B sia sulla fusoliera che sul dorso delle ali. Non si distingue il ventre del velivolo ma, a quanto pare, questo particolare apparecchio possedeva la verniciatura Night/White. Tuttavia, in disaccordo con la direttiva, sfoggiava i roundels Type A anche sulle superfici inferiori.

Roundels convertiti

La fotografia sovrastante permette di notare un ulteriore dettaglio comune a diversi velivoli della RAF. Osservando attentamente infatti, è possibile distinguere una sorta di “alone” in corrispondenza di quello che sarebbe stato l’anello più esterno del roundel di fusoliera. Questo particolare effetto è ciò che rimane di un vecchio roundel Type A.1, successivamente riverniciato e trasformato in un Type B. Non è raro infatti che, in accordo con le normative, la livrea del medesimo velivolo fosse modificata ripetutamente per essere in accordo con gli ordini dell’Air Ministry.

Confronto dei roundels Type A.1 e B

Qui si può notare il confronto tra i roundels applicati agli Hurricane Mk.I del No. 111 Squadron “Treble One”, il primo reparto ad essere equipaggiato con questi apparecchi, e quello riscontrato sullo Hurricane OP-R descritto in precedenza. Si distingue come i due anelli interni del Type A.1 siano stati convertiti nel Type B, verniciando poi con i colori mimetici l’anello esterno.

Supermarine Spitfire Mk. I del No. 65 Squadron in volo.

Supermarine Spitfire Mk. I del No. 65 Squadron in volo. Anche questi velivoli presentano il roundel Type A.1 di fusoliera convertito in un Type B.

Superfici inferiori in Night/White
Superfici inferiori in Night/White su un Hurricane Mk.I

Questo Hurricane (P2545) stanziato presso Betheniville, Francia, è stato fotografato fra il 1939 e il 1940. Si distingue bene l’ala in primo piano, in White, e quella in secondo piano verniciata in Night. Come i lettori avranno notato, sono presenti i roundels anche al di sotto delle ali.

Spitfire Mk.I Night/White

Questo Spitfire Mk.I in fase di ispezione presenta lo stesso tipo di verniciatura delle superfici inferiori. In questo caso si può notare come la colorazione in Night/White si estenda su tutta la fusoliera.

RAF Roundels: le insegne della Royal Air Force continua…

Fonti fotografiche
Ringraziamenti
  • Ringrazio l’aiuto fornito da nuuumannn e Wurger sul forum ww2aircraft.net.

Lascia un commento

Potrebbe anche piacerti

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi